Domenica 24 Gennaio 2021 - ore 11.00

Rione Ludovisi

 

Costo: 7 euro - Durata: 2h

«(...) Cresceva rapidamente l’opera brutale che doveva occupare i luoghi già per tanta età sacri alla “Bellezza e al Sogno”». Così scriveva Gabriele D’Annunzio, mischiando all’inchiostro un sentimento simile alla amarezza, in riferimento all’opera di distruzione che si abbatté su una delle più belle ville che puntellavano il suolo romano: Villa Ludovisi.

È infatti il 1883 e la famiglia Boncompagni-Ludovisi, oramai al collasso economico, fa lottizzare alla Società Generale Immobiliare il suo gioiello, Villa Ludovisi, sventrandone circa 30 ettari per un totale di 247 mila mq di terreno. È su quello spazio che, col passare degli anni, prenderà sempre più forma l’umbertino Rione Ludovisi e la sua arteria, Via Vittorio Veneto.

Si cercherà, quindi, di rievocare questo paradiso non più in terra partendo da Piazza Barberini, della quale si indicheranno le bellezze artistiche che la rendono, ad oggi, una delle piazze più belle della città. Prendendo poi Via Vittorio Veneto, saranno ad attenderci gli eleganti edifici che la puntellano: tra questi, ci sarà Palazzo Margherita – attuale sede dell’Ambasciata americana –, così chiamato perché nel 1900, alla morte del marito Umberto I, la regina Margherita andò ad abitarvi fino alla fine dei suoi giorni; oppure il punto in cui il romano Muzio Scevola si arse la mano, dopo aver constatato di aver arrecato la morte alla persona sbagliata, dando così vita al noto motto “mettere la mano sul fuoco; o l’Hotel Excelsior, uno degli edifici più rappresentativi di un’epoca andata via e che, proprio qui, ha visto passare i protagonisti che l’hanno fatta: è la Dolce Vita, di cui verranno evocati alcuni aneddoti, rendendola di fatto uno dei momenti più belli e spensierati della nostra storia. Arrivati a Porta Pinciana e mostrata una nicchia che custodisce il busto di un soldato sconosciuto, si andrà in direzione di Villa Maraini – attuale sede dell’Istituto Svizzero a Roma –, una costruzione in stile eclettico voluta dal famoso produttore di zucchero in Italia, Emilio Maraini, perché fosse la sua dimora romana. Si terminerà, infine, davanti alla chiesa di Sant’Isidoro.

Tipologia itinerario: monumenti, arte moderna e contemporanea, tour in città;

 

Inizio visita: 11.00, comprende una passeggiata di 1,8 km circa.

Termine visita: 12.00 circa.

 

Appuntamento: ore 10.45 in Via Vittorio Veneto 27 (sotto la chiesa), 00186, Roma. Lunghezza percorso: 1,8 km circa. La visita terminerà in Via degli Artisti;

 

Costo visita: 7 euro + verranno noleggiati gli auricolari al costo di 1.5 euro cadauno.

Tutte le nostre proposte culturali sono riservate ai Soci dell’Associazione. Per associarsi occorre compilare un modulo di adesione che vi forniremo al momento della prenotazione, da consegnare alla prima attività a cui si partecipa. La quota associativa sarà inclusa nell’importo della quota di partecipazione della suddetta attività culturale a cui si prende parte.

 

Modalità di prenotazione: inviare una mail a visite@tuscola.it o un sms al 371.1423882 indicando il numero dei partecipanti, i dati anagrafici di ognuno e un recapito telefonico. I posti sono limitati.

On line sul form: https://www.tuscola.it/prenotazioni-visite-guidate

 

 

Copyright © 2016 Associazione Tuscola

Servizi culturali, Roma

 

CF 97876860582

tel 371.1423882

visite@tuscola.it