Parco di Villa Ada

Costo: 10 euro - Durata: 2h e 30 min

Sabato 27 Giugno 2020 - ore 10.00

Villa Ada-Savoia, collocata fra la Via Salaria e il quartiere Parioli, con i suoi 140 ettari di estensione è una delle più grandi ville storiche di Roma e fra queste si rivela decisamente quella più “selvatica”, con una porzione alberata che occupa circa l’80% dell’area.

Il nucleo originario della villa può essere ricondotto all’opera del principe Luigi Pallavicini, alla fine del Settecento, ma fu con l’acquisto da parte dei Savoia nel 1872 che iniziò ad assumere l’aspetto attuale. Vittorio Emanuele II, appassionato cacciatore, la trasformò in una riserva per i suoi passatempi ampliandone l’estensione e arricchendola di boschi, laghi e sentieri. Vittorio Emanuele III invece, più propenso alla botanica, fece piantare alberi di specie esotiche, tanto che oggi la villa può essere quasi considerata un orto botanico.

Visitare la villa sarà quindi un’occasione per conoscere non solo la sua storia,  ma anche le caratteristiche della particolare comunità di specie arboree, autoctone ed esotiche, che la contraddistingue: dalla spessa scorza della quercia da sughero alle tossine prodotte dal noce nero, dalle radici del bagolaro in grado di spaccare le pietre alla straordinaria storia della metasequoia, ritenuta estinta da ben 2 milioni di anni..

Tipologia itinerario: aree naturalistiche, tour e passeggiate all'aperto;

 

Inizio visita: 10.00;

Termine visita: 12.30 circa.

 

Appuntamento: ore 9.45 in via di Ponte Salario 28 (ingresso Villa), 00199, Roma; la visita verrà annullata in caso di maltempo.

Il sentiero è ad anello (circa 3,5 km). Partendo dall'ingresso di via Ponte Salario e dal laghetto posto nelle vicinanze, risaliremo il ruscelletto che vi sfocia, passando attraverso una sughereta e raggiungendo alcuni individui arborei monumentali posti nelle vicinanze della Palazzina Reale. Oltrepassando la Palazzina ci inoltreremo nella parte più boscosa della villa, dove incontreremo prima i resti dell'originale giardino settecentesco del principe Pallavicini e poi l'ingresso del bunker costruito per proteggere i reali durante la seconda guerra mondiale. Il percorso prosegue fino a raggiungere il laghetto e l'ingresso di via Ponte Salario. 

 

Costo visita: 10 euro tutto incluso;

Tutte le nostre proposte culturali sono riservate ai Soci dell’Associazione. Per associarsi occorre compilare un modulo di adesione che vi forniremo via mail, da consegnare alla prima attività. La quota associativa sarà inclusa nell’importo della quota di partecipazione della suddetta attività culturale a cui si prende parte.

Modalità di prenotazione: inviare una mail a visite@tuscola.it o un sms al 371.1423882 indicando il numero dei partecipanti, i dati anagrafici di ognuno e un recapito telefonico. I posti sono limitati.

On line sul form: https://www.tuscola.it/prenotazioni-visite-guidate

Copyright © 2016 Associazione Tuscola

Servizi culturali, Roma

 

CF 97876860582

tel 371.1423882

visite@tuscola.it