I villini liberty del rione Sallustiano e

il Museo Boncompagni Ludovisi

Costo: 7 euro tutto incluso

Durata: 2h

 

Domenica 29 Dicembre 2019 - ore 16.00

Il rione Sallustiano sin dall’antichità è stato caratterizzato dalla presenza di prestigiose ville e importanti templi, ma anche di imponenti giardini come i cosiddetti Horti Sallustiani, fatti costruire nel I secolo a.C. dal senatore Gaio Sallustio Crispo.

Dopo un lungo periodo di abbandono la zona trovò nuova vita nel corso dell’Ottocento, in un clima di fermento edilizio e urbanistico che caratterizzò tutta Roma dopo l’Unità di Italia. Il nuovo quartiere Ludovisi, che sorse a ridosso della celebre via Veneto, divenne uno dei più signorili di Roma, scelto dall’élite di piccola e media nobiltà, ma anche della borghesia benestante, che si riunì intorno alla residenza reale di Palazzo Margherita. In questa zona sorsero entro il primo decennio del Novecento una serie di eleganti villini in stile liberty, impreziositi dalle vetrate colorate e dalle decorazioni in pietra presenti su facciate e balconate. Tra questi ricoprono particolare interesse i due costruiti da Ernesto Basile per le importanti famiglie siciliane dei Florio e del marchese Di Rudinì, ma anche quelli progettati da Carlo Pincherle per la marchesa Luisa Casati e per il conte Giulio Rasponi Murat, figlio di Gioacchino.

È in questo elegante scenario che si colloca il villino Boncompagni Ludovisi, costruito tra il 1901 e il 1903 dall’architetto Giovanni Battista Giovenale, che ospita oggi il Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative, il costume e la moda dei secoli XIX e XX. Percorrendo le sale espositive si ha modo di rivivere la storia dei proprietari del villino, Andrea e Blanceflor, e di scoprire come nel corso del Novecento sia cambiato il gusto per gli arredi e per gli oggetti di design, ma anche come si sia evoluta la moda femminile grazie all’esposizione di preziosi ed elegantissimi abiti e accessori da signora. Tra questi si distinguono le creazioni di Valentino, Fausto Sarli, Mila Schön e molti altri, che animano le sale in cui è possibile ammirare opere di Giorgio de Chirico, Duilio Cambellotti, Galileo Chini e tanti altri che furono tra i protagonisti della scena artista italiana nel Novecento.

Tipologia itinerario: arti decorative, costume, arte contemporanea, architettura, storia;

 

Inizio visita: 16.00, la visita comprende una passeggiata al quartiere e nell'interno del Museo Boncompagni Ludovisi;

Termine visita: 18.00 circa.

 

Appuntamento: ore 15.45 in Via Boncompagni 18, 00187, Roma; lunghezza percorso: 1 km circa.

 

Costo visita: 7 euro tutto incluso;

Tutte le nostre proposte culturali sono riservate ai Soci dell’Associazione. Per associarsi occorre compilare un modulo di adesione che vi forniremo da consegnare alla prima attività a cui si partecipa. La quota associativa sarà inclusa nell’importo della quota di partecipazione della suddetta attività culturale a cui si prende parte.

Modalità di prenotazione: inviare una mail a visite@tuscola.it o un sms al 371.1423882 indicando il numero dei partecipanti, i dati anagrafici di ognuno e un recapito telefonico. I posti sono limitati.

On line sul form: https://www.tuscola.it/prenotazioni-visite-guidate

Copyright © 2016 Associazione Tuscola

Servizi culturali, Roma

 

CF 97876860582

tel 371.1423882

visite@tuscola.it