Museo Giovanni Barraco

Costo: 5 euro tutto incluso

 

Sabato 30 Novembre 2019 - ore 12.30

Nato da una raccolta privata di antichità, il museo Barracco non solo ospita una prestigiosa rassegna di sculture antiche, ma costituisce anche un mirabile esempio del collezionismo di fine Ottocento.

Ricco ed erudito gentiluomo appassionato di antichità, il Barone Giovanni Barracco, dedicò la sua vita al recupero e allo studio di reperti archeologici che infine volle donare al Comune di Roma nel 1904: egli stesso seguì la costruzione di un palazzetto appositamente realizzato secondo il gusto neoclassico, nel quale esporre il suo museo.

Avendo constato che era impossibile studiare l’arte greca senza tener conto delle arti che l’avevano preceduta, Barracco raccolse capolavori di diverse civiltà, da quella egiziana a quella sumera, assira, etrusca, e molte altre fino a quella medievale, al fine di creare un museo di scultura antica “comparata”.

Molte sono le opere di rilievo: dal mondo egizio spicca una sfinge della XVIII dinastia (1479-1426 a.C.) rinvenuta presso l’Iseo del Campo Marzio a Roma; dalla civiltà assira vi sono i rilievi con scene di guerra provenienti dai palazzi reali di Ninive, Nimrud e Khorsabad; dal mondo classico provengono le pregevoli copie romane di originali greci, opere di Mirone, Fidia, Policleto e Lisippo; di periodo medievale, invece, è il mosaico policromo dell’antica basilica di San Pietro.

Inoltre il museo è attualmente ospitato all’interno di un palazzo di particolare interesse. Infatti, demolita la prima sede nel 1938, la collezione fu trasferita, nel 1948, nel palazzo della Farnesina ai Baullari. In tale edificio, costruito nel Cinquecento su progetto di Antonio da Sangallo il Giovane, sono stati scoperti tra Ottocento e Novecento i resti di un’antica domus romana.

Un complesso museale quindi estremamente importante da più punti di vista: da quello archeologico, a quello storico artistico passando per la storia del collezionismo e dell’architettura.

Tipologia itinerario: archeologia, musei storici, raccolte;

 

Inizio visita: 12.30;

Termine visita: 14.00 circa.

 

Appuntamento: ore 12.15 in Corso Vittorio Emanuele 166/A , 00186, Roma.

 

Costo visita: 5 euro tutto incluso (ticket accesso gratuito, contributo associazione);

Tutte le nostre proposte culturali sono riservate ai Soci dell’Associazione. Per associarsi occorre compilare un modulo di adesione che vi forniremo da consegnare alla prima attività a cui si partecipa. La quota associativa sarà inclusa nell’importo della quota di partecipazione della suddetta attività culturale a cui si prende parte.

Modalità di prenotazione: inviare una mail a visite@tuscola.it o un sms al 371.1423882 indicando il numero dei partecipanti, i dati anagrafici di ognuno e un recapito telefonico. I posti sono limitati.

On line sul form: https://www.tuscola.it/prenotazioni-visite-guidate

 

 

Copyright © 2016 Associazione Tuscola

Servizi culturali, Roma

 

CF 97876860582

tel 371.1423882

visite@tuscola.it